Komboloi

Komboloi

Vi sarà capitato di vedere questo oggetto, ormai in tutti i negozzi che vendono articoli di artigianato. Si chiama “Komboloi”. La parola “Kombos” significa nodo e “loi” significa “serie di cose unite”. Si sostiene che i monaci di Monte Athos usavano una serie di “kombi” legati insieme con la corda “skini”, il “komboskini” per le preghiere, che poi hanno cominciato ad usare anche i “komboloi”. I monaci usavano per i loro “komboloi” materiali semplici e facilmente reperibili come il legno, la lana, le conchiglie ed altro ancora. Passato anche nella vita della gente comune si è cominciato ad usare svariati materiali, anche preziosi, come l’argento e delle pietre preziose. Rigirale le palline su se stesse ed attraverso le dita, porta la calma, il relax, la pace, allontana le preoccupazioni, libera la mente e allontana i pensieri tristi. Per un Greco, il suo “Komboloi” è importante e si sono scritte anche delle canzoni su di esso.